UmbriaEnsemble – Frontiera Lavoro – “ Le Golose Evasioni ”

UmbriaEnsemble – Frontiera Lavoro

Giovedì 9 Maggio, ore 20.30 – Complesso Penitenziario Capanne – Perugia

Le Golose Evasioni

 

             Ci sono evasioni che non possono che rallegrare la società civile. Anche quando queste vengono da un carcere. Si tratta de “Le Golose Evasioni”, importante progetto giunto ormai alla sua quinta edizione: e sta tutta in questo gioco di parole, in questa provocazione, la nuova sfida del Complesso Penitenziario di Perugia che ospiterà all’interno delle proprie mura un vero e proprio ristorante in occasione della cena evento organizzata nell’ambito del corso di “Addetto alla cucina”.

           Un corso speciale, quello organizzato nel laboratorio del carcere di Capanne e previsto nell’ambito dell’avviso “Umbriattiva Giovani”, che offre a 10 giovani detenuti del reparto penale dell’istituto perugino la possibilità di apprendere un mestiere sotto la guida di esperti chef che trasmettono tutti i trucchi per diventare veri professionisti, capaci di soddisfare le richieste dei clienti più esigenti. E delle competenze acquisite, gli allievi ne daranno un saggio durante la cena “Le Golose Evasioni” che si terrà la sera di Giovedì 9 Maggio proprio all’interno della struttura penitenziaria.

                 Presenti all’evento le principali figure istituzionali di Perugia, ma anche rappresentanti della società civile che desiderano condividere con questi giovani nuovi professionisti della cucina l’esito finale di un percorso di riqualificazione individuale ed inserimento professionale nel mondo del lavoro, una volta ottenuta la libertà. Insieme a questo pubblico, ed ai docenti che hanno guidato i dieci giovani, saranno presenti anche chef stellati, maîtres professionisti e critici enogastronomici, ospiti d’onore e giudici del lavoro svolto.

            E la sorpresa, per tutti, sarà la presenza, in apertura di serata, di ospiti d’onore davvero speciali: gli artisti di UmbriaEnsemble (Claudia Giottoli, flauto; Luca Ranieri, viola e Maria Cecilia Berioli, violoncello), invitati ad esprimere attraverso la Musica quell’anelito di bellezza, armonia e libertà che è in ogni uomo. E la scelta del repertorio musicale è caduta su Ludwig van Beethoven, “il titano della Musica”. Del genio tedesco, di cui tutto il mondo si appresta a celebrare il 250° anniversario della nascita, UmbriaEnsemble eseguirà il Trio op.3 n° 1, opera giovanile ma già intensamente tesa verso una spiccata sensibilità romantica, lontana ormai dal modello haydniano. Una pagina che quanto a densità di idee musicali, di fraseggi, di corposità del contrappunto e di pienezza fonico-timbrica non fa rimpiangere la polifonia strumentale delle più famose Sinfonie.

            Musica nel carcere, dunque. Perchè “la sfida più importante è quella culturale”, spiega il direttore dell’istituto perugino, Bernardina Di Mario: “con la sua apertura al pubblico, tale evento vuole essere un’opportunità di interfacciarsi con l’universo carcerario e riflettere sul senso della pena”.

 

 

www.umbriaensemble.it                                      www.frontieralavoro.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Solisti di chiara fama e cameristi di alto spessore artistico che possono vantare esperienze e riconoscimenti considerevoli in ambiti linguistici classici ed innovativi.
    UmbriaEnsemble si presenta come un ensemble di alta qualità artistica e costante ricerca musicale.

    TELEFONO

    +39 075 35211

    WHATSAPP

    +39 346 722 0640

    EMAIL

    info@umbriaensemble.it

    PEC

    info@pec.umbriaensemble.it

    Newsletter