Direttore Artistico

Maria Cecilia Berioli si è diplomata con il massimo dei voti in Violoncello al Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia. Si è poi perfezionata in Musica da Camera con G.de Peyer e D.De Rosa (Trio di Trieste); in Violoncello con S. Palm (Roma, Lerici, Perugia, Bologna, Bern, Blonay-Vevey…) per il repertorio moderno e contemporaneo e per il repertorio classico con D. Grosgurin (Virtuosité, Geneve); e, a lungo, con A. Bonucci, sotto la cui guida ha brillantemente conseguito il diploma di Perfezionamento presso l’Accademia Musicale Pescarese, e, successivamente, il diploma di Perfezionamento in Violoncello con premio speciale presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia in Roma. Successivamente ha conseguito il Diploma di II° Livello, indirizzo esecutivo/interpretativo, presso il Conservatorio di Perugia, riportando la votazione di 110/110 e lode. Nel 1992 è stata borsista presso la “Hindemith Foundation” Blonay-Vevey (Suisse) , unica italiana, dove ha soggiornato per un certo periodo collaborando al progetto culturale della Fondazione in un selezionato contesto europeo. Nel 1997 ha vinto il primo premio assoluto -Violoncello solo- al Concorso AMA Calabria di Lamezia Terme; nello stesso anno ha vinto il primo premio assoluto, in duo V.cello-P.forte, al Concorso “Ottocento Festival” di Saludecio (RN). Nel 2006 ha vinto il premio “OPERAIMAIE2006” per il miglior CD dell’anno con l’esecuzione degli intermezzi di F. Casavola “Prigionieri e Vulcani”, frutto di una originale ricerca culturale che ha portato alla scoperta degli inediti poi registrati . E’ stata Primo Violoncello di diverse orchestre: Symphonia Perusina, Filarmonici Umbri, Il Gruppo di Roma, Orchestra Sinfonica di Perugia, Festival Sinfonietta, Orchestra Filarmonica dell’Umbria, I Solisti di Perugia. Dal 1995 al 2000 ha collaborato regolarmente con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (Torino) sia partecipando all’attività istituzionale dell’Orchestra (Stagione Concertistica al Lingotto/Auditorium e tournées all’estero) che come membro dell’ensemble cameristico sviluppatosi in seno alla medesima Orchestra. Dal 1997, in seguito ad audizione indetta per quel ruolo, è stata Violoncello Concertino al Teatro Comunale di Bologna. Come solista ed in formazioni cameristiche, ha effettuato tournèe in Francia, Inghilterra, Germania, Belgio, Austria, Spagna, Svizzera, Polonia, Ungheria, Slovacchia, Portogallo, Bulgaria, Russia, Marocco, Malta, Grecia, Giappone, Bielorussia, Cipro, Stati Uniti, Cina, Birmania, Thailandia, Indonesia, Canada, Sudamerica, HongKong. Un’attività di successo coronata, nell’estate 2007, dall’invito a suonare in Quintetto con l’Imperatrice del Giappone Michiko al pianoforte. Ha registrato ed inciso per RAIUNO, RAIDUE, RAITRE, BMG, Sony, Brilliant Classics, Quadrivium, Dynamic, Tactus, UmbriaJazzRecord., La Maggiore/IMAIE, Giottomusic, Camerata Tokyo: registrando, per l’etichetta giapponese, oltre venti titoli come solista e insieme con artisti quali Gawriloff, Hink, Toyama, Canino,Meyer, Adorjàn, Schulz, etc. e riscuotendo il massimo del punteggio attribuito dalle riviste specializzate. Come solista con Orchestra si è esibita eseguendo il Concerto op.104 di Dvòrak, le Variazioni Rococò op.33 di Tchaikowsky, il Concerto in Do Magg. Di Haydn, oltre ad una grande quantità di Concerti barocchi e classici.
Molto attiva in ambito teatrale sia come musicista che come ideatrice e coordinatrice di progetti culturali, è fondatrice e membro del “Quartetto Viotti” che si esibisce sia in forma di concerto che in pièce teatrali; collabora inoltre con attori quali Paola Gassman e Ugo Pagliai; Glauco Mauri e Roberto Sturno, Giuseppe Pambieri, Pino Micol ed altri.
In particolare, è ideatrice dello spettacolo “L’altra metà del Cielo – Parole e Musiche di donne tra Ottocento e Novecento” che porta in scena, insieme con Paola Gassman dal 2002, sempre con grande successo e riscontro da parte del pubblico nazionale ed internazionale (oltre cinquanta repliche in Italia e all’Estero).
Con “Festival Sinfonietta Umbria”, di cui è stata Direttore Artistico, ha ideato e coordinato un ampio progetto sinfonico legato alla riscoperta e valorizzazione del cinema muto presentando in numerosi Festival italiani la produzione “Gli ultimi giorni di Pompei” con la proiezione della pellicola restaurata ed accompagnata da una partitura originale per Orchestra Sinfonica.
E’ stata ideatrice e coordinatrice dello spettacolo “Storie degli ultimi giorni” – che, ispirato alla figura e all’opera di Luca Signorelli, ha debuttato a Parigi, Londra, in Italia, ed è stato prodotto e distribuito in DVD – e della grande opera “Fratres”, dedicata alle figure storiche dell’Umbria: un’opera in una Ouverture e tre quadri con Musica originale, Poesia, Canto lirico e Danza. I testi e le musiche sono stati commissionati ad alcuni tra i più interessanti compositori e poeti dell’attuale panorama culturale italiano, e l’opera è stata selezionata dalla RAI radiotelevisione italiana, per la messa in onda sui canali televisivi nazionali (“La Musica di RAI3”, Ottobre 2014).
Ha ideato nel 2012, e continua ad organizzare ogni anno, il progetto “La Natura dell’Arte – percorso di educazione artistica ed ambientale dall’albero allo strumento musicale” destinato alle scuole umbre che ha visto, ad oggi, la presenza di oltre duemila giovani al Bosco Didattico di Ponte Felcino (PG) ed il sostegno dell’Associazione Nazionale Liuteria Artistica di Cremona, patria mondiale della Liuteria.
E’ inoltre ideatrice e curatrice del progetto rock-prog “Heaven” il cui CD è stato inserito da SonyMusic nel cofanetto “Progressivamente Story”, pietra miliare della storia del Rock Progressive.
E’ regolarmente invitata in giurie di Concorsi di Esecuzione ed interpretazione Musicale.
Dal 2011 è Direttore Artistico di UmbriaEnsemble.
E’ fondatrice e direttrice di “CELLOSTAR”, orchestra di soli violoncelli: 25 violoncellisti tutti giovanissimi, per un’esperienza unica nel panorama nazionale, impegnati in un repertorio classico ed originale che li vede attivi sia con Concerti che registrazioni discografiche. Recentemente è stato rinnovato l’invito rivolto a M. Cecilia Berioli da una importante Fondazione friulana e dal Festival di Bellagio a tornare ad Udine, Trieste e Bellagio per proseguire nel lavoro di MasterClass con l’Ensemble di violoncelli “Cell’Orchestra”.
Nel novembre 1990 si è laureata in Filosofia teoretica presso l’Ateneo perugino discutendo la tesi: “Adorno e Stravinsky: la metafisica del tempo spaziale” e riportando la votazione di 110/110 e lode. Suoi articoli sono apparsi anche in riviste di musicologia.
E’ stata nominata Consulente Artistico del Centro Studi Musica e Grande Guerra che opera con l’alto patrocinio della Struttura di missione per la Commemorazione del Centenario della Prima Guerra Mondiale. Presidenza del Consiglio dei Ministri. E’ frequentemente invitata dai canali televisivi della RAI radiotelevisione italiana a presentare e commentare programmi musicali regionali e nazionali in qualità di esperto. Recentemente è stata invitata dalla prestigiosa “Shanghai University of Science and Technology” a tenere un Master Talk dal titolo “Musica features of the italian classical repertoire”
Le è stato attribuito il premio “Donna Sapiens” 2018 istituito da FIDAPA-BPW Italia. Nel 2019 le è stato attribuito il prestigioso Premio UmbriaRoma per il settore “Musica”.

Presidente

Luca Ranieri si è diplomato in violino, viola e canto con il massimo dei voti, si è successivamente perfezionato con Felix Ayo, Gervase de Peyer, Ulrich Koch, Elena Rizzieri.
Come solista si è esibito in prestigiose sale quali l’Auditorium Nacional de Musica di Madrid, il Teatro dell’Eremitage di S.Pietroburgo, il Teatro Clementinum di Praga, l’Auditorium del Foro Italico di Roma, la Hamarikyu Asahi Hall di Tokyo. Ha inciso per le etichette Tactus, BMG, Bongiovanni, Quadrivium, Dinamic, ed effettuato registrazioni live per RaiUno, RaiDue, RaiTre e RadioDue. Ha inciso il concerto in Mib Magg per viola ed archi di A.Rolla , il concerto in Re Magg. di F.A.Hoffmeister, il doppio concerto per viola e organo di M. Haydn, il concerto in Sol Magg. di G.P. Telemann ed il concerto in sol min. di Vivaldi, per l’etichetta Camerata Tokyo. Con la stessa etichetta recentemente ha inciso l’integrale delle Sei Suites di Bach BVW 1007-1012 per Viola che la critica internazionale ha così recensito: “The sound of the polished and elegant viola played by the italian master who recorded this long-awaited album gived out a fresh light to the well-known masterpiece” (H.K.M.); “Ranieri plays with elegance and clean articulation, and his tone is clear” (B. Sanderson-All Music Review).
Ha inciso un CD con gli Intermezzi di F. Casavola (viola, cello e pianoforte) che ha vinto il Premio “IMAIE2006” quale miglior CD dell’anno “interpretato con grande tecnica e finezza”. La registrazione del CD comprendente il doppio Concerto di M. Haydn per Viola e Organo e Orchestra, è stata premiata dalla critica con il punteggio di cinque stelle (“Both soloists are very fine”, Bauman; “Luca Ranieri holds his own with the very pretty” , L.Vittes) ed è stato inserito nella “Best List America 2006”.
Già prima viola di importanti orchestre italiane, ha collaborato a lungo con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, e sempre come prima parte, con l’Orchestra del Teatro S. Carlo di Napoli.
È stato, dalla fondazione allo scioglimento dell’orchestra (2014), prima viola solista de “I Solisti di Perugia”.
È presidente e membro fondatore di UmbriAEnsemble. Dal Dicembre 2014 è violista e membro fondatore del “Quartetto Viotti” con il quale è impegnato nella registrazione per la casa discografica “Brilliant Classics” dell’integrale dei Quartetti per Archi e per Flauto ed Archi di G.B. Viotti. Il prossimo progetto discografico di Luca Ranieri prevede la registrazione integrale delle Sonate per Viola sola di P. Hindemith per la stessa casa discografica.
È stato Docente di viola presso la Kusatsu International Summer Academy and Festival, in Giappone.
È titolare di una cattedra di violino presso il Conservatorio Statale di Musica di Perugia e molto attivo didatticamente con Masterclass di Viola, Violino e Musica da Camera in Italia, in Europa, Asia e in America.

    Solisti di chiara fama e cameristi di alto spessore artistico che possono vantare esperienze e riconoscimenti considerevoli in ambiti linguistici classici ed innovativi.
    UmbriaEnsemble si presenta come un ensemble di alta qualità artistica e costante ricerca musicale.

    TELEFONO

    +39 075 35211

    WHATSAPP

    +39 346 722 0640

    EMAIL

    info@umbriaensemble.it

    PEC

    info@pec.umbriaensemble.it

    Newsletter